Logbook 247 – Fabbriche di opinioni

“Alla vigilia delle elezioni del 1919 il prefetto e l’arcivescovo di Milano ricevettero per posta, in eleganti pacchetti, due bombe. Il fatto suscitò l’emozione e l’indignazione della stampa borghese contro il terrorismo rosso. Il giornale più indignato fu “Il Popolo d’Italia” di Mussolini. Qualche mese più tardi un redattore del “Popolo d’Italia” svelava che le bombe erano state spedite da Mussolini. Così si fabbricava l’opinione”. Pietro Nenni, Sei anni di guerra civile in Italia, Arcadia edizioni. Fu uno dei libri bruciati in piazza dai nazisti nel 1933.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: